Val Brembana cosa vedere
Consigli e pensieri di viaggio,  Destinazioni,  Italia,  Lombardia

Val Brembana cosa vedere con bambini: 10 esperienze da non perdere

In questo articolo ti voglio parlare della Val Brembana, cosa vedere e cosa fare per un weekend o una vacanza sulle montagne bergamasche.

Abbiamo scoperto un territorio unico della nostra bella Lombardia, da scoprire con lentezza per assaporare al meglio cultura e tradizioni.

Un luogo dove natura e gusto la fanno da padrona. Fitti boschi, verdi vallate attraversate dallo scorrere del fiume Brembo, le alte cime delle Orobie a far da cornice e tanti posti autentici con tanta storia da raccontare.

Cosa fare e cosa vedere in Val Brembana

Sono davvero tante le cose da fare e da vedere in Val Brembana, a mio avviso una tra le più belle valli bergamasche da visitare.

Puoi scegliere diverse esperienze adatte ad ogni tipo di vacanza. Si passa dal relax delle terme alla scoperta della millenaria tradizione casearia tramandata di generazione in generazione.

Per una vacanza attiva tanti sono i sentieri della Val Brembana, dai più semplici per i bambini a quelli più impegnativi per escursionisti esperti.

Invece per gli amanti di storia e cultura ci sono musei, miniere e borghi della Val Brembana dove ripercorrere il passato su antiche mulattiere.

Val Brembana con bambini: 10 posti da visitare in un weekend

Nel nostro weekend in Val Brembana con bambini ovviamente non siamo riusciti a girare tutta la valle. Ma ti lascio i nostri suggerimenti sulle 10 cose da vedere e sulle esperienze che vale la pena provare.

Pronto con carta e penna per spuntare le attività che più ti ispirano?

Nei paragrafi successivi inoltre trovi anche una mappa per vedere dove trovarle.

1. Ammirare lo stile liberty di San Pellegrino Terme

Tra le prime cose da vedere in Val Brembana non potevo non citare San Pellegrino, soprannominata anche “la perla della Val Brembana” e base per i nostri 3 giorni di visita.

E’ tra le città più importanti della provincia di Bergamo, anche perché vi sgorga una delle acque più famose al mondo. Non dirmi che non hai mai assaggiato l’acqua San Pellegrino!

Il centro storico invece è un susseguirsi di edifici liberty costruiti agli inizi del Novecento per accogliere la gente che il centro termale richiamava.

E’ davvero piacevole passeggiare tra le sue vie accompagnati dal fragore del fiume Brembo. Tra le cose più importanti da vedere a San Pellegrino trovi il Grand Hotel, il Casinò e le terme.

Oltretutto, dal 2014, è stato inaugurato un nuovo centro termale curato da QC Terme.  Più di 6.000 metri quadrati di cura e benessere dove affreschi e colonnati liberty del Novecento si fondono perfettamente con realizzazioni moderne e di design.

Lo stile liberty di San Pellegrino Terme

2. Val Brembana escursioni: le Grotte del Sogno

Una famiglia all'interno delle Grotte del Sogno attrazione carsica della Val Brembana

Proprio sopra l’abitato di San Pellegrino puoi raggiungere un posto unico, nascosto tra le rocce del sottosuolo. Sto parlando delle Grotte del Sogno, piccolo complesso carsico che saprà come affascinarti.

Scoperte da Ermenegildo Zanchi negli anni ’30, furono tra le prime grotte in Italia ad essere accessibili ai turisti.

Un’esperienza davvero suggestiva per far vivere un’avventura ai bambini in totale sicurezza. La visita è guidata e si snoda tra sentieri interni, cunicoli, pozze, stalattiti e stalagmiti di ogni colore e forma.

Per saperne di più su questa originale escursione in Val Brembana leggi l’articolo dedicato alle Grotte del Sogno di San Pellegrino.

3. Borghi Val Brembana e il fascino di Cornello dei Tasso

Questo piccolo borgo medievale per noi è stata una piacevole scoperta. Non era previsto nel nostro itinerario ma dopo averlo visto ti consiglio di aggiungerlo tra le cose da vedere in Val Brembana.

Il borgo medievale Cornello dei Tasso in Val Brembana

Si trova nel comune di Camerata Cornello ed è stato inserito nella lista dei Borghi più belli d’Italia.

Facile capirne il motivo. Case in pietra, vicoli acciottolati e protetti da grandi porticati, portoni in legno che mostrano i segni del tempo. Insomma, sembra quasi di fare un viaggio nel Medioevo.

Il paese bergamasco prende il nome dalla famiglia Tasso, nota per aver gestito il moderno sistema postale in gran parte d’Europa nel Rinascimento.

Per questo motivo è stato costituito il Museo dei Tasso e della Storia Postale che raccoglie oggetti e testimonianze di quel periodo. Al suo interno anche il prezioso Pennyblack, il francobollo più antico del mondo.

A rendere questo agglomerato di case ancora più affascinante è il fatto di poterlo raggiungere solo a piedi. Ci arrivi attraverso un sentiero acciottolato oppure tramite Via Mercatorum, antica strada che collega Cornello dei Tasso al borgo di Oneta, frazione di San Giovanni Bianco.

La distanza tra i due borghi è di circa 30 minuti a piedi. Una volta raggiunto Oneta puoi visitare la Casa di Arlecchino all’interno di Palazzo Grataroli dove si narra che la famosa maschera lavorasse come servitore.

4. Val Brembana cosa vedere: le Miniere di Dossena

Visitare le Miniere di Dossena è un’esperienza davvero interessante sia per gli adulti che per i bambini. Un viaggio avventuroso nel cuore della montagna per rivivere il ricordo di come si lavorava un tempo in miniera.

Sicuramente una delle cose più suggestive che abbiamo visto in Val Brembana.

Le Miniere di Dossena sono state abbandonate negli anni ’80 per poi essere riaperte al pubblico nel 2014. Oggi tanti nuovi progetti sono in corso per valorizzare il posto, uno tra tutti la realizzazione di un parco avventura.

E’ possibile accedere alle miniere attraverso una visita guidata di un’oretta circa. Potrai così conoscere meglio la vita che facevano i minatori e le attività di estrazione mineraria.

In fondo alla miniera è stata ricreata una cantina per far stagionare “Ol Minadur”, formaggio tipico prodotto solo a Dossena.

Nell’articolo sulle Miniere di Dossena trovi tutti i dettagli su questa esperienza nella capitale del ferro della Val Brembana.

5. Visitare Valtorta e le sue tradizioni casearie

Tra le cose da fare in Val Brembana ti consiglio di non perderti la visita a un caseificio.

La vallata è ricca di alpeggi e casere e proprio per questo viene chiamata anche Valle dei Formaggi.

Abbiamo avuto la fortuna di poter assistere alla lavorazione dei formaggi nella Latteria Sociale di Valtorta.

Questo caseificio nasce a metà degli anni 50 grazie all’unione in una cooperativa di un gruppo di allevatori per garantire una continuità alle storiche produzioni casearie della valle.

Abbiamo partecipato alle varie fasi di produzione, dal latte alla stagionatura delle forme. La visita si conclude poi con la degustazione dei formaggi tipici del posto, primo fra tutti l’Agrì.

Viene prodotto con latte vaccino, intero e crudo. Dopo aver realizzato il composto e lasciato scolare in teli di lino appesi, viene modellato a mano dandogli quella caratteristica forma cilindrica senza l’uso di stampi.

Questo passaggio richiede una grande manualità da parte del casaro. Si arrotola, si sbatte sul tavolo fino a formare cilindretti di 50 gr. che vengono poi fatti asciugare per qualche giorno.

Infine, se hai tempo a disposizione, non perderti il Museo Etnologico di Valtorta, a pochi metri dalla latteria. Trovi un’interessante raccolta di testimonianze e utensili dei secoli passati che hanno lo scopo di valorizzare la vita sociale di questo paesino di montagna.

6. Esperienze Val Brembana: far funzionare il Mulino di Cusio

Spostandoci più a nord, in Alta Val Brembana, una cosa caratteristica che non devi perderti è la visita all’Antico Mulino di Cusio.

Veder funzionare un vecchio mulino ad acqua del XVII con macine in pietra ed ingranaggi ancora funzionanti come un tempo è un’esperienza davvero insolita e coinvolgente.

Le acque del vicino torrente che muovono le pale, la ruota in pietra che macina chicchi di mais e il mugnaio che setaccia la farina prodotta. Un’altra conferma dell’autenticità di questi splendidi territori.

Antico Mulino di Cusio in Alta Val Brembana

7. Sentieri facili in Val Brembana: la Via delle Castagne a Zogno

Merita una visita anche Zogno, piccolo borgo rurale della Val Brembana attraversato da un’antica mulattiera che unisce Via Priula con la Via Mercatorum.

Passeggiare tra i boschi lungo la Via delle Castagne offre momenti di tranquillità assoluta con scorci sulla valle e sugli abitati sottostanti.

Di seguito ci siamo fermati all’Agriturismo Casa Martina che coltiva piccoli frutti per poi trasformarli in confetture, piccole quantità di miele e animali della fattoria che danno loro latte, uova e formaggi.

Un’attività davvero divertente per i bambini è stata l’escursione per raccogliere le castagne nel castagneto dell’azienda agricola. Poi tutti a fare merenda con caldarroste, torta e crema di marroni.

8. Val Brembana escursione ai Piani dell’Avaro

Dove andare a camminare in montagna a Bergamo e dintorni con bambini?

Se cerchi un trekking semplice ma molto panoramico ti consiglio di salire ai Piani dell’Avaro, un altopiano sopra a Cusio.

Ti trovi davanti ad un ambiente naturale di grande bellezza con verdi pendii, sinuose vallate e piccoli laghetti dove intraprendere passeggiate su facili sentieri della Val Brembana.

Il percorso è pianeggiante ed è un itinerario perfetto per famiglie con bambini. Sia in estate che in inverno ai Piani dell’Avaro vengono organizzate tante attività, dalle ciaspolate, agli aperitivi in quota, a trekking di diverse difficoltà.

Per concludere in bellezza la giornata non ti resta che fare tappa al ristoro Al Ciar per un aperitivo o una cioccolata calda.

Un altro posto dove andare a camminare in Alta Val Brembana con i bambini è il giro dei laghi di Foppolo, anche se leggermente più impegnativo. Noi gli abbiamo dedicato un’intera giornata.

Ulteriori escursioni da fare con bambini tra le montagne bergamasche che ti posso suggerire sono la Diga del Gleno e le Cascate della Val Vertova.

9. Cosa fare in Val Brembana: assaggiare i prodotti tipici

Visitare la Val Brembana significa anche fare un viaggio nelle tradizioni e nel gusto. Tanti i piatti della cucina tradizionale e i prodotti tipici d’eccellenza che sanno soddisfare ogni palato.

Impossibile non innamorarti dei casoncelli, piatto tipico bergamasco. Si tratta di ravioli ripieni di carne e conditi con burro e pancetta per un’esplosione di gusto.

Come ti dicevo nei paragrafi precedenti la Val Brembana è terra di formaggi. Come non citare allora il Formai de Mut dell’Alta Val Brembana DOP, il taleggio DOP o il Branzi.

Tre invece sono i presidi slow food: l’Agrì di Valtorta, il Bitto Storico e lo stracchino all’antica delle Valli Orobiche. Questi progetti sono nati per tutelare i piccoli produttori e per salvaguardare i prodotti tradizionali di qualità.

Se passi da San Pellegrino Terme fermati per una sosta golosa alla storica pasticceria Da Bigio dove puoi assaggiare i famosi biscotti a forma di mezzaluna tipici del paese.

Poi ancora salumi, funghi, polenta taragna, mele, zafferano e miele. Insomma tanti prodotti e sapori del territorio da tutelare… e da assaggiare!

Se come noi sei amante delle birre ti consiglio il Birrificio Via Priula. Era proprio a fianco del nostro hotel quindi era doverosa una visita. Si tratta di un birrificio artigianale nato nel 2010 che utilizza prodotti locali per mantenere forte il legame con il territorio.

10. Percorrere la ciclovia Val Brembana

Purtroppo noi non abbiamo fatto in tempo a vivere questa esperienza, ma è ormai nota a tutti l’affascinante pista ciclabile che attraversa la Val Brembana.

Un percorso che si snoda da Villa d’Almè a Piazza Brembana lungo una vecchia ferrovia dimessa. Si costeggia il fiume, si attraversano gallerie scavate nella roccia e si toccano antichi borghi rurali.

La ciclovia è totalmente asfaltata e pianeggiante, quindi un’ottima idea per una gita in bicicletta con bambini.

Per altre info o proposte visita il sito www.visitbrembo.it

Val Brembana mappa

Ti lascio una cartina della Val Brembana delle cose da vedere.

Cosa vedere in Val Brembana mappa

Dove si trova e come arrivare

La Val Brembana è collocata all’interno della provincia di Bergamo, una trentina di chilometri a nord del capoluogo di provincia. Ma è anche facilmente raggiungibile da Milano, distante circa un paio di ore d’auto.

Prende il nome dal fiume che la attraversa, il Brembo.

Ecco i vari modi per arrivare in Val Brembana:

  • Auto: percorrere la A4. Se arrivi da Milano imbocca l’uscita di Dalmine, mentre se arrivi da Brescia esci a Bergamo. In entrambi i casi poi prosegui sula SS470 verso la Val Brembana.
  • Bus: tutte le località della Val Brembana sono raggiungibili con gli autobus SAB che partono da Bergamo e hanno come destinazione Piazza Brembana.
  • Treno: raggiungi la stazione ferroviaria di Bergamo e poi prendi l’autobus di linea che permette di raggiungere diverse località della Valle Brembana.

Un consiglio per chi viaggia in auto. Ricorda che per accedere alla valle c’è una sola strada e alla domenica sera per scendere si formano sempre lunghe code. Quindi organizzati bene cercando di partire presto o aspettando dopo cena.

Dove dormire con bambini

Noi abbiamo scelto come base per il nostro weekend in Val Brembana il Bes Hotel Papa a San Pellegrino Terme.

L’hotel si trova proprio in centro, posizione ottima per girare a piedi la città e per raggiungere comodamente tutte le principali attrazioni della Val Brembana.

Una struttura semplice ma dotata di tutti i comfort e con un personale molto disponibile. Colazione abbondante e cena con prodotti genuini della tradizione bergamasca. Assolutamente consigliato!

Ci segui già su Instagram? Puoi farlo direttamente da qui. Vieni a trovarci per scoprire i nostri scatti migliori e per accompagnarci in tempo reale nei nostri viaggi e avventure quotidiane.

Cosa aspetti !!! iscriviti alla nostra newsletter e unisciti a più di 1000 persone.
Rimani sempre aggiornato con nuove idee di viaggio

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *