Cosa vedere e cosa fare a Zanzibar
Destinazioni,  Mondo

COSA VEDERE A ZANZIBAR: LE 15 ESPERIENZE ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE

VIVI LE EMOZIONI E LE AVVENTURE CHE L’ISOLA REGALA TRA RELAX, MARE ED ESCURSIONI. ECCO TUTTE LE COSE DA FARE A ZANZIBAR

Pronto a scoprire cosa vedere a Zanzibar e a vivere le esperienze che secondo noi non puoi assolutamente perderti?

Chiudi gli occhi ed immergiti nel sogno. Vivi con l’immaginazione tutte le emozioni che quest’isola riesce a regalare: suoni, colori e sapori unici di uno dei paradisi terrestri più incontaminati del pianeta.

Inizialmente la nostra scelta è ricaduta su Zanzibar per goderci una vacanza di solo relax fatta di sole e mare. Successivamente ci siamo resi conto che le cose da fare a Zanzibar sono davvero tante. Non c’è di certo tempo per annoiarsi.

Quindi puoi alternare escursioni e attività da fare a momenti di riposo sulla spiaggia magari con un libro in mano e con la mente svuotata mentre davanti a te passa una mandria di zebù che indifferenti fanno la loro sfilata sul bagnasciuga. D’altronde chi non ha mai visto in spiaggia una “mucca al pascolo”? Anche questa è la magia selvaggia di Zanzibar!

mandria di zebù in spiaggia a Zanzibar
mandria di zebù in spiaggia

LEGGI ANCHE: TUTTE LE INFORMAZIONI TURISTICHE E I CONSIGLI DI VIAGGIO PER UNA VACANZA A ZANZIBAR


COSA VEDERE A ZANZIBAR E DOVE DORMIRE

Prima di passare ad elencarti cosa vedere a Zanzibar e cosa fare voglio consigliarti di non rinchiuderti in un mega villaggio turistico. Così facendo perderesti la parte più autentica di questa splendida isola.

Noi abbiamo soggiornato in un lodge in riva al mare per vivere a pieno il posto e la sua fantastica gente.

Non c’era corrente, c’erano le candele.

il ristorante a palafitta del Twisted Palms
il ristorante a palafitta del Twisted Palms Lodge

Non c’erano piscine, c’era il mare cristallino.

I telefoni non prendevano, li abbiamo sostituiti con un libro da leggere su un’amaca.

Il ristorante era costruito su una palafitta sul mare. Non avrà un servizio a 5 stelle, ma vedessi che tramonti!

E il tempo!!! Tutto quel tempo che nella vita di tutti i giorni sembra non essere mai abbastanza.

Un ottimo antidoto allo stress!

Se cerchi un modo per staccare la spina…molla tutto e parti per Zanzibar!!!


TROVA IL TUO ALLOGGIO IDEALE A ZANZIBAR SU BOOKING.COM

Booking.com

COSA VEDERE A ZANZIBAR: 15 ESPERIENZE DA NON PERDERE

Eccoci arrivati alle 15 esperienze da vivere sull’isola che renderanno unico ed indimenticabile il tuo viaggio. Cosa vedere a Zanzibar e tutte le cose da fare.

1- Scopri la vera essenza dell’Isola delle Spezie e della sua gente tra i mercati di Stone Town

Tra le cose da vedere a Zanzibar non può mancare Stone Town, il centro storico della capitale Zanzibar City che dal 2000 è Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Passeggiando tra le sue vie potrai ammirare i maestosi palazzi arabi ripercorrendo la storia del paese e i suoi tanti mercati grazie ai quali ti immergerai nella cultura locale.

2- Ammira l’alba sul mare

Ti assicuro che ne vale la pena! Svegliati alle 5.00 del mattino, siediti su un tronco che trovi sulla spiaggia e goditi lo spettacolo. Il silenzio dell’isola che si risveglia, la luce del sole che si alza all’orizzonte e le maree sono una delle cose da vedere a Zanzibar se vuoi rendere il viaggio memorabile.

l'alba a Zanzibar
l’alba a Zanzibar

3- Fai amicizia con le Red Colobus

Le Red Colobus sono una scimmia endemica della Foresta Jozani. Il Jozani Chwaka Bay National Park si trova nell’entroterra dell’isola di Zanzibar ed è una rigogliosa foresta tropicale dove vivono queste simpatiche scimmie rosse. Ne abbiamo viste un sacco: appollaiate sui rami intente a sgranocchiare qualcosa oppure a saltare da una pianta ad un’altra. Sono selvagge ma socievoli e per niente infastidite dalla presenza dell’uomo.

Dopo aver salutato le scimmie l’escursione prevede un percorso per la laguna di mangrovie: una camminata silenziosa sopra delle passerelle in legno come foste in una foresta incantata.

4- Accarezza le tartarughe giganti a Prison Island

Prison Island è un’isola che dista meno di 6 km dal porto di Stone Town. Sull’isola era stata costruita dagli inglesi una prigione, che però non è mai stata utilizzata come tale ma veniva sfruttata come sponda per gli schiavi. Ora è abitata da una colonia di tartarughe giganti importate dalle Seychelles dal sultano che all’epoca ne fece dono alla sua prima moglie. Ce ne sono un centinaio e alcune hanno più di un secolo! Gli abbiamo dato da mangiare, le abbiamo fotografate e accarezzate. Prova a fargli i grattini sotto il collo… dal piacere si alzeranno quasi come se avessero gli ammortizzatori.

5- Rallegrati per ogni singolo sorriso dei bambini

“Nessuno può resistere al sorriso di un bambino. E’ un incantesimo fatto per cambiare il mondo”.

Prima di partire ci era stato detto di portare penne e quaderni da regalare ai bambini del posto, ma nessuno ci aveva raccontato la gioia nei loro occhi nel ricevere un semplice dono. In valigia abbiamo messo quindi qualche accessorio per la scuola e alcune magliette, quando siamo scesi in spiaggia ci siamo trovati “accerchiati” da gruppi di bambini festanti che non aspettava altro che quel piccolo gesto. Ti ricordiamo però di non dare loro caramelle o dolci in quanto le cure dentali non sono proprio alla portata di tutti.

6- Vai alla ricerca dell’”Isola che non c’è”

Nakupenda è un atollo che emerge solo durante la bassa marea, per questo viene chiamato “isola che non c’è”. Sabbia bianchissima, mare cristallino, conchiglie dalle forme più strane e tanti coralli.

Uno spettacolo che non possiamo dimenticare.

la spiaggia di Nakupenda a Zanzibar
Nakupenda

7- Nuota in mare aperto con i delfini

Zanzibar è uno dei pochi posti al mondo dove si possono osservare i delfini nel loro ambiente naturale, in pieno Oceano Indiano.

Escursione per nuotare con i delfini a Zanzibar
Una coppia di delfini

Questa escursione ci porta nella baia di Kizimkazi, un piccolo villaggio di pescatori situato nella parte sudoccidentale dell’isola.

Su una barca a motori i beach boys ti avvisano non appena scorgono i delfini in lontananza. A quel punto puoi tuffarti per cercare di avvicinarti a loro nuotando insieme e, se sei fortunato, potrai accarezzare le loro pinne. Noi siamo riusciti ad avvistare un gruppo di 4-5 delfini e tuffandoci abbiamo visto una mamma con il suo cucciolo che nuotava sotto di lei. Un’emozione incredibile che vale la pena provare tra le cose da fare a Zanzibar.

8- Fai un giro sulla dhow

I dhow sono tipiche imbarcazioni zanzibarine che in passato venivano usata per il trasporto di merci e uomini. Sono delle grosse barche con una vela triangolare che si muovono con la sola forza del vento. Noi l’abbiamo provata durante il Safari Blu che ci ha portati sull‘isola di Kwale.

9- Tuffati per un bagno tra le mangrovie

Il baobab gigante sull'isola di Kwale a Zanzibar
Il baobab gigante

Questa escursione in barca a vela viene chiamata Safari Blu. Si sbarca sull’Isola di Kwale, in una grande baia simile ad una piscina naturale dall’acqua verde smeraldo che comunica con il mare attraverso un piccolo canale. Le barche possono entrare solo con l’alta marea. Questa magica laguna è circondata da una fitta foresta di mangrovie e al suo interno è possibile ammirare il baobab gigante. Un enorme albero caduto 500 anni fa ma non morto, per cui sul tronco continuano a crescere rami che si sviluppano verso l’alto. Assolutamente una cosa da vedere a Zanzibar, la natura offre sempre le emozioni più meravigliose.

Qui, dopo una grigliata di pesce sulla spiaggia organizzata dai beach boys, è possibile tuffarsi dalla barca per poter fare un bagno tra le mangrovie. Esperienza unica.

Bagno nella laguna delle mangrovie a Zanzibar
Bagno nella laguna delle mangrovie

10- Fai snorkeling nella barriera corallina

Molteplici sono le escursioni che ti permettono di fare snorkeling tra le splendide acque di Zanzibar. Non rimarrai deluso. Coralli, conchiglie, ricci, stelle marine e mille varietà di pesci colorati di ogni dimensione. Questo è quello che abbiamo visto al largo delle coste di Zanzibar, immagini che resteranno impresse per sempre nei nostri occhi.

11- Chiacchiera con beach boys e Masai in spiaggia

Il nostro amico Beach Boy

Durante le nostre lunghe passeggiate in spiaggia abbiamo trovato numerosi beach boys, ragazzi che trascorrono l’intera giornata in spiaggia cercando di vendere ai turisti qualche souvenir oppure incaricati di organizzare escursioni in barca. Ma non limitarti a vederli come dei venditori ambulanti. Noi abbiamo fatto amicizia con un beach boy davvero simpatico, disponibile e onesto. Ogni giorno lo incontravamo per fare qualche chiacchiera. Ci ha raccontato un po’ della sua vita e delle curiosità dell’isola. Da lui abbiamo imparato come ci si arrampica sulle palme per raccogliere il cocco e sempre lui ci ha accompagnato da quei bimbi a cui abbiamo regalato penne e magliette. Un modo per conoscere meglio questa meravigliosa isola e la sua gente.

12- Alza lo sguardo al cielo a notte fonda e sorprenditi

La completa assenza di illuminazione artificiale regala un cielo incantato. Un dipinto pieno di brillanti luccicanti che vi lascerà a bocca aperta.

13- Osserva il ciclo delle maree

Il fenomeno delle maree che fanno apparire e scomparire il mare rende Zanzibar ancora più affascinante e magica.

Il ciclo delle maree si alterna ogni sei ore circa, modificando ogni volta lo scenario e i colori che si trasformano dal verde, all’azzurro e al blu.

Il paesaggio non è mai lo stesso da un giorno all’altro in base ai differenti livelli di alta e bassa marea.

Quando c’è la bassa marea emergono coralli, conchiglie, stelle marine, alghe e ricci. Noi quando il mare si ritirava intraprendevamo delle vere e proprie passeggiate sui fondali del mare fino ad arrivare alla barriera corallina. Ricordate però di usare scarpe da scoglio.

La bassa marea nelle spiagge di Zanzibar
La bassa marea

14- Scopri i mestieri dei locali

Ogni giorno scendendo in spiaggia con la bassa marea osservavamo uomini, donne e bambini locali all’opera nei fondali marini: dalla raccolta di alghe e telline alla pesca dei polpi.

Il beach boy che ci ha preso in simpatia ci ha spiegato che quando il livello del mare si abbassa, alcune donne raccolgono sulla spiaggia le alghe che il mare lascia sul fondo.

Una volta raccolte, vengono fatte essiccare per poi essere vendute al mercato della cosmetica… quante cose si imparano viaggiando! 😉

15- Esplora le piantagioni tropicali

Visita alle piantagioni nello Spice Tour
La visita alle piantagioni

Zanzibar viene anche chiamata Isola delle Spezie. Ecco perché l’escursione dello Spice Tour è una delle più interessanti e curiose dell’isola. Vaga accompagnato da una guida per le piantagioni di frutti e spezie dove puoi osservarne i colori, sentirne i profumi ed assaggiarne i sapori.

Pertanto per ogni frutto, seme o radice viene spiegata la sua storia e il suo utilizzo medicale e culinario.

Zafferano, chiodi di garofano, vaniglia, noce moscata, ananas, cocco, cardamomo, cannella, zenzero, cacao, pepe, banana, carambola, caffè e banane… sono solo alcuni dei prodotti di cui puoi vedere la coltivazione e la loro storia.

Su Amazon.it puoi trovare diverse guide su cosa fare o vedere a Zanzibar.

A partire da gennaio 2020 la procedura per ottenere il visto in ingresso diventa telematica. Il portale iVisa.com ti assiste nell’elaborazione del documento che ti verrà recapitato via e-mail. Non c’è bisogno di trattare con l’ambasciata, lo faranno loro per te in modo da non perdere tempo prezioso.

Ci segui già su Instagram? Puoi farlo direttamente da qui. Vieni a trovarci per scoprire i nostri scatti migliori e per accompagnarci in tempo reale nei nostri viaggi e avventure quotidiane.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo, lascia un commento qui sotto e seguici su Facebook .

Cosa aspetti !!! iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato!

2 commenti

  • Roberta

    Complimenti ragazzi! Ho preso molti spunti dal vostro articolo.
    Un abbraccio e chissà che un giorno non ci troveremo a Zanzibar insieme.
    @roberta.wanderluster

  • acchiappamappa

    Ciao!!! Felici di averti dato qualche spunto..è un’isola davvero da vivere a 360°. Anche se devo dirti la verità… ti invidio tantissimoooo 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *