Cosa vedere a Marrakech
Africa,  Destinazioni,  Marocco

Cosa vedere a Marrakech in 3 giorni: 10 posti da non perdere

Se hai in programma un viaggio in Marocco Marrakech è una tappa imperdibile. Ecco perché in questo articolo abbiamo racchiuso una guida completa su cosa vedere a Marrakech e dintorni, con tutti i nostri consigli per visitarla al meglio e in totale sicurezza.

E’ una delle quattro città imperiali del Marocco insieme a Meknes, Fez e Rabat. Fondata nel 1062, ancora oggi conserva il suo fascino antico da mille e una notte, con la vivacità e l’energia che la contraddistinguono.

Visitare Marrakech è come fare un tuffo nella storia, nelle tradizioni e nella cultura marocchina. Resterai estasiato dalla bellezza di moschee, palazzi e giardini e ti innamorerai degli stretti vicoli della Medina tra souk colorati, profumi di spezie e canti del muezzin.

Se viaggi in famiglia ti consiglio di leggere anche l’articolo Marrakech con bambini, per aggiungere un pizzico di divertimento alla visita della città.

Pronto a scoprire questa suggestiva città d’Africa con noi? Prosegui la lettura per sapere cosa fare e cosa vedere a Marrakech in 3 giorni. Nel frattempo puoi già farti un’idea di quello che ti aspetta guardando i nostri video del Marocco su Instagram.

Marrakech consigli

  • Tour guidati: per avere un primo approccio alla città ti consiglio vivamente di prendere parte ad un tour guidato in italiano. Sono economici, evitano perdite di tempo e permettono di scoprire segreti e principali attrazioni grazie alla presenza di una guida locale. Non farti ingannare dalle false guide che trovi in città, prenota sempre con gestori affidabili come ad esempio GetYourGuide o Civitatis per scegliere tante proposte in tutta sicurezza
  • Dall’aeroporto al centro di Marrakech: prenota un transfer privato per raggiungere in modo veloce ed economico il tuo alloggio. Se invece decidi di noleggiare un’auto per visitare anche i dintorni ti suggerisco il portale Discovercars per confrontare le tariffe migliori
  • Connessione Internet: per risparmiare sulla connessione internet all’estero usa Holafly, un’eSIM con dati illimitati e nessun costo di roaming. Tra le destinazioni scegli il piano dati illimitati per il Marocco e approfitta del nostro codice sconto ACCHIAPPAMAPPA per avere il 5% di sconto
  • Assicurazione viaggio: ricorda di stipulare una buona polizza assicurativa per viaggiare sereno e senza pensieri. Noi ci affidiamo da sempre ad Heymondo, compagnia affidabile e completa. Segui il link per fare un preventivo approfittando del nostro codice sconto del 10% su qualsiasi assicurazione di viaggio

Trova il volo più economico su Skyscanner, il motore di ricerca che confronta i voli low cost delle principali compagnie aeree e agenzie di viaggio e scopri le offerte per le tue destinazioni preferite.

Marrakech quanti giorni

Se ti stai chiedendo quanti giorni servono per visitare Marrakech posso dirti che le opzioni più abituali sono 2, 3 o 5 giorni se si vogliono includere escursioni nei dintorni, come la Cascata di Ouzoud, Essaouira o il deserto di Agafay.

Sono tante le cose da vedere a Marrakech, ma allo stesso tempo tieni presente che può diventare stressante viverla a lungo essendo molto caotica e trafficata.

A mio avviso potrebbero bastare anche 2 giorni, ma avendo 3 giorni a disposizione riuscirai a visitare le attrazioni senza fretta immergendoti a pieno nelle sue magiche atmosfere.

Medina Marrakech cosa vedere

Tutte le principali attrazioni di Marrakech si trovano all’interno della Medina, centro storico e cuore pulsante della città dove si svolgono tutte le attività ricreative e religiose.

E’ racchiusa all’interno di antiche mura di pietra arenaria, da cui deriva il nome di “Città Rossa”, ed è composta da un intricato labirinto di vicoli dichiarati Patrimonio UNESCO.

Prenditi del tempo per passeggiare senza meta tra souk, caffè, ristoranti e antiche abitazioni che custodiscono più di mille anni di storia.

Con ogni probabilità, nonostante tu abbia una cartina in mano, ti perderai. Ma non disperare perché perdersi tra le strette strade di Marrakech è uno dei modi migliori per visitare la città e per scoprire gli angoli più nascosti e suggestivi.

Cosa fare a Marrakech: perdersi tra i souks

La Medina è piena di souk, ovvero mercati tradizionali dove puoi trovare davvero di tutto, dall’artigianato al cibo.

In questi bazar si vendono vestiti, spezie, pelli, pantofole, tappeti, ceramiche, gioielli, frutta secca e tanti altri prodotti di ogni genere.

Ricorda che è indispensabile saper contrattare per spuntare il prezzo più conveniente. Per i marocchini la contrattazione è un vero e proprio stile di vita.

Goditi l’esperienza di un tour guidato dei souk a piedi con una guida locale e degustazione di thè incluso.

3 giorni a Marrakech cosa vedere: Place Jemaa el Fna

Tra i posti da vedere a Marrakech impossibile non imbattersi in Place Jemaa el Fna, cuore nevralgico della città.

E’ considerata la piazza più frequentata di tutta l’Africa e dal 2001 è entrata a far parte dei beni Patrimonio UNESCO.

Il suo aspetto cambia durante i diversi momenti della giornata. Di giorno trovi artisti di strada di ogni genere, dai cartomanti ai tatuatori all’hennè, dagli incantatori di serpenti agli addestratori di scimmie. Mentre dopo il tramonto si riempie di bancarelle dove assaggiare il migliore street food e i piatti tipici del Marocco tra musica e spezie inebrianti.

Non perderti il tramonto dall’alto dei balconi che circondano la piazza. Le foto più iconiche le puoi scattare dal Cafè Restaurant Argana oppure da Le Gran Balcon du Café Glacier.

Prendi posto e sorseggia il tuo thè mentre ammiri il sole che scende dietro il minareto della Moschea Koutoubia.

Visitare la Medina di Marrakech

Cosa vedere a Marrakech: Moschea Koutoubia

Proprio oltre la piazza raggiungi la più grande moschea di Marrakech, centro spirituale della città e punto di riferimento per l’architettura internazionale.

E’ caratterizzata da finestre curve, merli in ceramica e archi decorativi ed il suo minareto del XII secolo rappresenta una splendida opera d’arte che ricorda molto la Giralda di Siviglia.

Purtroppo non è consentita la visita all’interno ai non mussulmani, ma puoi sempre scattare foto meravigliose anche dall’esterno.

Cosa vedere a Marrakech: Madrasa di Ali Ben Youssef

Tra le cose da vedere a Marrakech quella che ci ha affascinato di più è la Madrasa di Ali Ben Youssef, scuola coranica del XIV secolo che ha chiuso definitivamente i battenti nel 1962.

E’ la Madrasa più grande di tutto il Marocco, composta da 130 stanze, giardini e cortili che ospitavano fino a 900 studenti.

La struttura è caratterizzata da un’arte ispano-moresca con stucchi, ceramiche colorate e decorazioni geometriche che compensano l’impossibilità di rappresentare figure umane e animali da parte dell’Islam.

Alza lo sguardo per ammirare gli stupendi soffitti di cedro intagliato e passeggia per il cortile centrale tra la grande vasca in marmo di Carrara, scenografici portoni e meravigliosi mosaici.

Il costo d’ingresso è di 7,00€ e ti consiglio di presentarti all’orario di apertura per poter visitare il sito senza folla.

Marrakech in 3 giorni cosa vedere: Palazzo El Bahia

Altra attrazione imperdibile da inserire nel tuo itinerario di 3 giorni a Marrakech è Palais de Bahia.

Si tratta di un bellissimo esempio di architettura alawita realizzato nel XIX secolo con lo scopo di diventare il palazzo più incredibile del Marocco.

Devo ammettere che l’obiettivo è stato raggiunto a pieno titolo. Infatti l’edificio, che ospitava 4 mogli e 24 concubine di Ahme Ibn Moussa, è costituito da 150 stanze, diversi cortili con fontane e splendidi giardini.

Il tutto riccamente decorato in stile moresco con stucchi, marmi, arcate e soffitti di cedro intagliato che ti lasceranno senza fiato.

Palace Bahia, oltre ad essere un’attrazione turistica aperta al pubblico, è tutt’oggi utilizzato dal Re Mohammed VI per visite di Stato e convegni internazionali.

Prenota un tour guidato del Palazzo Bahia per immergerti nella storia della città imperiale marocchina.

Cosa vedere a Marrakech: Palazzo El Badi

Palazzo El Badi Marrakech

Di questo edificio, voluto dal re Saadiane Ahmad al-Mansur e ispirata all’Alhambra di Granada, non è rimasto quasi nulla se non alcuni frammenti di colonne, stucchi e piastrelle.

Il suo nome deriva da “al-Badi”, ovvero uno dei novantanove nomi di Dio dati nel Corano, che significa “l’incomparabile”.

Si presume che Palais el Badi fosse un vero capolavoro architettonico con oltre 360 stanze e appartamenti privati ornati da materiali pregiati che esaltassero la ricchezza e il potere del sultano.

Attualmente vale la pena entrare per visitare le prigioni sotterranee e la sua terrazza con vista panoramica su Marrakech.

Cosa fare a Marrakech: visitare le concerie

Se sei alla ricerca di un’attrazione autentica lontana dal turismo di massa dirigiti verso la zona nord-est della Medina per visitare le concerie.

Noi siamo entrati in quella che prende il nome di Tanneries de Marrakech. Questo luogo non è particolarmente indicato per i deboli di stomaco, ma comunque interessante per immergersi nella vita reale e quotidiana dei marocchini.

Appena ti addentri tra le vasche sarai travolto da un odore nauseante, tanto che ti verrà lasciato un rametto di menta per mitigare la puzza.

Ci sono diversi lavabi pieni di escrementi di piccione utilizzati per pulire e ammorbidire le pelli. Gli uomini vi si immergono per spalmare il liquido sulle pelli e ripetono l’operazione più volte prima di sistemare le pezze sul bordo delle vasche per l’asciugatura e per le fasi successive.

Al termine della visita verrai accompagnato nel negozio dove trovi i prodotti finiti, come ad esempio borse, giacche e cinture. Se sei interessato puoi fare acquisti o semplicemente lasciare una mancia per la visita.

Visita alle concerie di Marrakech

Marrakech cosa vedere: i Giardini Majorelle

Dopo aver visitato tutte le attrazioni della Medina, spostati poco oltre le sue mura per raggiungere una vera oasi di pace lontano dal caos cittadino.

Le Jardin Majorelle sono un complesso di giardini botanici con piante ornamentali provenienti da ogni angolo del Mondo e con elementi decorativi in stile arabo-andaluso.

Il sito fu progettato dall’artista francese Jacques Majorelle nel 1931, durante il periodo coloniale, come residenza privata ed atelier per disegnare e trarre ispirazioni. Ecco così che venne eretta una villa in stile art decò, tinteggiata con l’iconico “Blu Majorelle” derivante dalle tribù berbere dei Monti Atlas.

Dopo la sua morte nel 1962 venne abbandonato fino agli anni Ottanta quando lo stilista Yves Saint Lauren ne acquistò la proprietà scongiurando il rischio di una speculazione alberghiera.

Oggi, grazie alla fondazione che porta il suo nome, Jardin Majorelle è una delle attrazioni di Marrakech maggiormente richieste dai turisti.

Ti sembrerà di essere catapultato in un luogo magico e fuori dal tempo, dove quiete e serenità la fanno da padrona. Percorri i suoi sentieri tra fontane, placidi ruscelli, palme, un’infinità di cactus e foreste di bambù.

Ricorda che in loco non ci sono biglietterie. Prenota online i biglietti d’ingresso al Giardino Majorelle.

Cosa vedere a Marrakech: Tombe dei Saaditi

Per visitare le Tombe dei Saaditi devi dirigerti verso il sud di Marrakech, nei pressi della porta detta Bab Agnau.

Si tratta di uno storico luogo di sepoltura del 1500 che custodisce le tombe di circa 200 feretri della dinastia Saadiane, tra cui il sultano Ahmed el Mansour.

Fu scoperto nel 1917 dal generale francese Lyautey e presenta al suo interno due mausolei, splendidi soffitti a cupola, sculture in marmo, mosaici e stucchi.

Non perderti l’impressionante Sala delle Dodici Colonne con colonne di marmo italiano, tetti a volta e portoni di cedro finemente intarsiati.

Cosa vedere vicino a Marrakech

Questa città imperiale si trova nel sud del Marocco, ai piedi della catena montuosa dell’Atlante. In questo modo, se hai più giorni a disposizione, potrai partecipare ad uno dei moltissimi tour che partono dalla città alla scoperta dei monti e del deserto del Sahara.

Attraversa le spettacolari Gole di Dades e le Gole di Todra passando per Ait Ben Addou e Ouarzazate prima di vivere l’emozione di una notte nel deserto più grande del mondo.

Qui di seguito ti lascio i migliori tour che partono da Marrakech per esplorare i dintorni.

Noleggio auto a Marrakech

Se vuoi spostarti in autonomia nei dintorni di Marrakech è indispensabile l’utilizzo di un mezzo proprio.

Noi ti consigliamo il portale Discovercars.com per il noleggio auto. Ti lascio il link per dare un’occhiata a prezzi e disponibilità perché ci hanno offerto un servizio affidabile, puntuale e tra i più economici che abbiamo trovato online.

Infatti questo sito mette a confronto i costi di diverse imprese di noleggio aiutandoti a scegliere l’auto perfetta per il tuo viaggio a prezzi super competitivi. Altro punto a favore è che tra i servizi è prevista la cancellazione gratuita e l’assistenza 24/7.

Quando andare a Marrakech

Se ti stai chiedendo qual è il periodo migliore per visitare Marrakech io ti consiglio la primavera, quando il clima è piacevole e le giornate iniziano ad allungarsi con maggiori ore di luce.

Mi sento invece di sconsigliarti l’estate per il caldo torrido e le temperature che raggiungono con facilità i 40°.

Noi ci siamo stati in inverno ed abbiamo trovato un clima abbastanza mite, con grande escursione termica tra giorno e notte. Ricorda quindi di mettere in valigia abiti caldi perché di notte le temperature scendono parecchio.

Inoltre l’inverno è considerata bassa stagione in Marocco. Per cui troverai meno turisti e buone tariffe per gli alloggi.

Marrakech è sicura?

Una delle domande che ci è stata fatta più spesso è “ma Marrakech è pericolosa?”.

Al primo impatto magari passeggiare tra i vicoli caotici della Medina potrebbe suscitare preoccupazioni o minacce, ma ti possiamo confermare che noi abbiamo trovato una città sicura e non ci siamo mai sentiti in pericolo.

Ovviamente, come in tutte le città affollate, devi fare attenzione ad eventuali borseggiatori, a venditori alquanto insistenti o a mendicanti che chiedono l’elemosina. Ma usando il buon senso ed un atteggiamento rispettoso difficilmente incapperai in situazioni pericolose.

Nel prossimo paragrafo ti lascio alcuni suggerimenti per visitare Marrakech senza preoccupazioni e con la massima serenità.

Cosa non fare a Marrakech

  • Non scattare fotografie senza chiedere il permesso. In ogni caso ti verrà quasi sempre dato il consenso, probabilmente chiedendoti una piccola mancia
  • Non bere alcolici in pubblico. Per rispetto in prossimità di luoghi sacri non fare uso di alcolici, abitudine non ben vista dagli islamici. Tieni conto l’alcol è altamente tassato per scoraggiare l’acquisto
  • Evita di girare di notte nei vicoli bui e isolati, mentre prediligi le zone turistiche e ben illuminate, meglio ancora se insieme ad un compagno di viaggio
  • Non vestire con abiti succinti. Sempre per rispettare le usanze e i costumi locali usa un abbigliamento adeguato che copra gambe e spalle
  • Non guidare a Marrakech. Ti consiglio di non avventurarti nel traffico caotico della città dove auto, bici, motorini e carretti d’asini condividono le stesse strade. La guida e le regole stradali del Marocco sono completamente differenti a quello che noi occidentali siamo abituati
  • Non acquistare senza contrattare. Per i marocchini la contrattazione è uno stile di vita, e tu non essere da meno. Nei souks o in qualsiasi bazar è fondamentale saper contrattare al ribasso. Se il commerciante non accetta quanto gli hai proposto ringrazia e prosegui oltre, non sarà difficile che quest’ultimo ti insegua con una nuova offerta.
  • Non bere l’acqua del rubinetto. Usa solo acqua in bottiglia e fai attenzione anche al cibo da strada prediligendo pietanze cotte e acquistando frutta che si possa sbucciare

Dove dormire a Marrakech

Prima di tutto il mio consiglio è di scegliere un riad all’interno della Medina in modo tale da avere tutto a portata di mano.

Potrai così girare comodamente a piedi per raggiungere tutte le attrazioni di Marrakech. Noi abbiamo soggiornato al meraviglioso Riad XO Amira Victoria e ci sentiamo di consigliarlo anche a te per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Si tratta di un autentico riad marocchino nel cuore della Medina, con camere molto accoglienti e pulite, perfette anche per famiglie con bambini come noi.

Incluso nel prezzo hai una colazione deliziosa e abbondante per iniziare alla grande la tua giornata alla scoperta della città.

Ci segui già su Instagram? Ti aspettiamo sul nostro profilo per tante nuove avventure insieme.

Mi raccomando, ricordati sempre di stipulare una polizza assicurativa che ti protegga da qualsiasi problema in viaggio. Dai un’occhiata alle diverse soluzioni che offre HEYMONDO e approfitta del 10% di sconto esclusivo per essere un nostro lettore

Cosa aspetti !!! iscriviti alla nostra newsletter e unisciti ad altre 1500 persone!!!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *